Untitled Document

ORDINE SOPPRESSO GIA' OPERANTE NEL REGNO D'ITALIA

dal 14 marzo 1942 al 5 ottobre 1944



L'Ordine Civile e Militare dell'Aquila Romana, soppresso il 5 ottobre 1944, venne istituito da Re Vittorio Emanuele III, Re d'Italia, d'Albania e del Regno di Etiopia, il 14 marzo 1942, mediante Regio Decreto, al fine di ricompensare gli stranieri che, civili o militari che avessero acquistato particolari benemerenze verso il Regno d'Italia, in guerra a fianco della Germania e del Giappone.

Consisteva nei tradizionali cinque gradi, divisi però nella gemmazione in classe civile e classe militare, a cui si aggiunse un sesto grado quando, nell'agosto 1942, i Cavalieri di Gran Croce furono ulteriormente divisi in classe d'oro (limitata ad un massimo di 10 e riservata ai Capi di Stato ed Altissime Personalità) e classe d'argento (in numero illimitato).

Quest'ultima modifica (sicuramente originale ed anomala) si accompagnò all'istituzione di due Medaglie al Merito, d'Argento e di Bronzo.

Fondato dal Re Imperatore, che ne aveva riservato il Gran Magistero a Sé ed i Suoi Discendenti, fu abolito da SAR il principe Umberto, Luogotentente del regno, con Decreto Luogotenenziale Nr. 370 datato 5 ottobre 1944.